Questo browser non è compatibile con la nostra configurazione

Per un'esperienza ottimale, vi consigliamo di utilizzare uno dei seguenti browser:

  • Microsoft Edge
  • Google Chrome
  • Mozilla Firefox
  • Opéra

Dulcey: il cioccolato cremoso e biscottato, nato per errore

Essere distratti ed avere la testa tra le nuvole a volte non è male se il frutto dell’errore genera un prodotto sorprendentemente buono e di grande successo. E nel mondo dei dolci sono tanti gli episodi che si possono citare come esempio.

Pensiamo alla tarte tatin, nata per la sbadataggine delle sorelle Stephanie e Caroline Tatin. Preparando una torta di mele invertirono l’ordine degli ingredienti dando così origine al tanto amato dolce che da quel momento porta il loro cognome.

Oppure, per restare nel mondo del cioccolato, pensiamo alla crema ganache. Anche questa è nata per la distrazione di un apprendista pasticcere che fece cadere della panna bollente in una ciotola contenente cioccolato tritato. Il suo capo, che in un primo momento gli diede del “ganache” - epiteto che indica una persona pasticciona -  all’assaggio trovò la crema buonissima e si complimentò per la fortunata “invenzione”.

Quanto questi episodi siano leggenda o realtà non è dato saperlo. Sicuro è che nasce da una svista un prodotto unico che ha cambiato il mondo del cioccolato: il Dulcey. Si tratta del cioccolato “biondo” firmato da Valrhona: un gusto nuovo che, aggiungendosi alle tipologie regolamentari fondente, al latte e bianco, arricchisce ulteriormente la gamma della Maison francese.

La sua nascita non è ammantata da leggenda. È il frutto della dimenticanza da parte di Frédéric Bau, chef de l'École du Grand Chocolat di Tain l’Hermitage, che durante una dimostrazione lasciò del cioccolato bianco un po’ troppo a lungo a bagnomaria.  Assaggiando il giorno dopo il risultato, Frédéric ne fu piacevolmente sorpreso. Il cioccolato aveva assunto un colore biondo ed emanava un delicato profumo di sablé tostato e di latte caramellato.

Grazie all’esperienza e al savoir-faire che la contraddistinguono, Valrhona ha poi messo a punto un processo particolare, che permette la produzione di questo tipo di cioccolato.

Degustando il Blond Dulcey 35% si coglie immediatamente la sua consistenza cremosa, avvolgente. Ha una dolcezza poco zuccherata. La prima nota biscottata cede il passo alle note più generose di caramello con una spiccata sapidità.

Per il famoso pasticcere parigino Christophe Michalack “il Dulcey è semplicemente magico e incredibile, tutti lo adorano! Credo che sia il cioccolato che al momento utilizzo di più”.

Nelle ricette di pasticceria, il Blond Dulcey 35% è un ingrediente che si sposa molto bene con tantissimi ingredienti come l’albicocca, la banana, il mango, il caffè, la nocciola e il caramello. Che si tratti di una torta classica, di un dessert contemporaneo o di una marmellata, il Blond Dulcey di Valrhona è il tocco magico che valorizza ogni creazione.

Cari chocolate lover, non dimenticate che il Dulcey è irresistibile anche in purezza, una tavoletta tira l’altra!